I 7.500 dipendenti della società di social media si stanno preparando a tagliare i posti di lavoro da quando il signor Musk ne ha preso il controllo la scorsa settimana.

Elon Musk ha iniziato a licenziare i dipendenti di Twitter venerdì, eliminando la forza lavoro di 7.500 persone del servizio di social media poco più di una settimana dopo aver completato la sua acquisizione di successo.

I dipendenti di Twitter sono stati informati in un’e-mail a livello aziendale dell’inizio dei licenziamenti, secondo una copia del messaggio visto dal New York Times. I lavoratori sono stati incaricati di tornare a casa e di non recarsi negli uffici venerdì mentre i tagli procedevano. Il messaggio, che proveniva da un indirizzo generico ed era firmato “Twitter”, non dettagliava il numero totale di licenziamenti.

“Nel tentativo di porre Twitter su un percorso salutare, attraverseremo il difficile processo di riduzione della nostra forza lavoro globale”, afferma l’e-mail. “Riconosciamo che ciò avrà un impatto su un certo numero di persone che hanno dato un prezioso contributo a Twitter, ma questa azione è purtroppo necessaria per garantire il successo dell’azienda in futuro”.

Circa la metà dei lavoratori di Twitter sembrava destinata a perdere il lavoro, secondo i precedenti messaggi interni e un investitore, anche se il conteggio finale potrebbe richiedere del tempo per diventare chiaro. Quando l’e-mail è arrivata nelle caselle di posta dei dipendenti giovedì sera, i lavoratori hanno pubblicato emoji di saluto e emoji del cuore in Slack, il servizio di messaggistica. Più tardi in serata, alcuni dipendenti hanno affermato di aver perso l’accesso ai sistemi dell’azienda, possibile preludio al licenziamento.

Venerdì mattina presto, l’azienda ha iniziato a notificare ad alcuni dipendenti che erano stati licenziati. Le e-mail, alcune delle quali sono state visualizzate dal Times, variavano in base alla regione o al paese di un dipendente. Un lavoratore con sede a New York ha ricevuto un’e-mail in cui si diceva che il suo lavoro era stato “influito” ma che sarebbe rimasto impiegato fino a una data di separazione all’inizio di febbraio.

“Durante questo periodo, sarai in un periodo di avviso di non lavoro e il tuo accesso ai sistemi Twitter sarà disattivato”, si legge nell’e-mail, firmata anche “Twitter”. I dipendenti riceverebbero i dettagli sulla fine del rapporto “entro una settimana”.

A Dublino, sede della sede europea di Twitter, venerdì mattina alcuni dipendenti sono stati tagliati fuori dal sistema informatico interno e hanno ricevuto un’e-mail sulla riduzione dei posti di lavoro. “Queste decisioni non sono mai facili”, ha affermato, “ed è con rammarico che ti scriviamo per informarti che il tuo ruolo in Twitter è stato identificato come potenzialmente influenzato o a rischio di ridondanza”. Le decisioni venivano prese, affermava la nota, a seconda del paese in cui una persona vive e che ulteriori informazioni sarebbero state condivise “il prima possibile”.

Mr. Musk ha completato il suo acquisto di Twitter da 44 miliardi di dollari il 27 ottobre e ha immediatamente licenziato il suo amministratore delegato e altri top manager. Da allora un numero maggiore di dirigenti si è dimesso o è stato licenziato, mentre ai manager è stato chiesto di stilare elenchi di dipendenti con alte e basse prestazioni, probabilmente con un occhio di riguardo ai tagli di posti di lavoro. Mr. Musk ha anche coinvolto più di 50 ingegneri e dipendenti dalle sue altre società, inclusa la casa di auto elettriche Tesla, per rivedere gli elenchi di licenziamenti dei lavoratori di Twitter e la tecnologia della piattaforma sociale.

L’uomo più ricco del mondo deve affrontare pressioni per far funzionare Twitter finanziariamente. L’accordo è stato il più grande leveraged buyout di una società tecnologica nella storia. Il miliardario ha anche caricato circa $ 13 miliardi di debiti su Twitter per l’acquisizione ed è pronto a pagare circa $ 1 miliardo all’anno in pagamenti di interessi. Ma Twitter ha spesso perso denaro e il suo flusso di cassa non è solido. Il signor Musk potrebbe trarre vantaggio dal taglio dei costi, quindi la gestione dell’azienda è meno costosa.

Mr. Musk e Twitter non hanno risposto immediatamente alle richieste di commento.

È improbabile che i licenziamenti di Twitter siano i più grandi nel settore tecnologico per numero totale. Il produttore di computer HP ha tagliato 24.600 dipendenti, circa il 7,5%, nel 2008. Successivamente ne ha tagliati altre decine di migliaia, raggiungendo circa il 30% della sua forza lavoro.

Più recentemente, altre società tecnologiche hanno ridotto i posti di lavoro. Giovedì, Lyft ha detto che avrebbe licenziato il 13 percento, o circa 650, dei suoi 5.000 dipendenti. Stripe, una piattaforma di elaborazione dei pagamenti, ha affermato che taglierà il 14% dei suoi posti di lavoro, ovvero circa 1.100.

Jesse Lehrich, fondatore di Accountable Tech, un’organizzazione di difesa del settore, ha affermato che i licenziamenti sono stati un’epurazione arbitraria pochi giorni prima delle elezioni di medio termine di martedì.

“Non c’è nulla di visionario o innovativo nel licenziare sommariamente” i lavoratori tramite e-mail, ha detto, in particolare le persone che hanno “competenze specializzate e una profonda conoscenza istituzionale” e prima che il signor Musk “sembrano persino avere una conoscenza di base del business”.

Sebbene le leggi federali e della California richiedano alle aziende di fornire un preavviso di licenziamenti di massa, non era chiaro se il signor Musk lo avesse fatto. Un portavoce del Dipartimento per lo sviluppo dell’occupazione della California ha dichiarato giovedì sera di non aver ricevuto tali avvisi da Twitter, che ha sede a San Francisco e dovrebbe segnalare licenziamenti di massa all’agenzia.

Giovedì, un’azione collettiva è stata intentata presso un tribunale federale di San Francisco per conto di dipendenti che affermano di non aver ricevuto l’avviso richiesto.

In base ai termini del suo accordo per acquisire Twitter, Musk ha accettato di mantenere invariati i compensi e i benefici dei dipendenti per un anno. I dipendenti di Twitter ricevono in genere uno stipendio di almeno due mesi e il valore in contanti dell’equità che avrebbero dovuto ricevere entro tre mesi dalla data di licenziamento, secondo un riepilogo interno dei benefici visualizzato dal Times.

Voci di imminenti licenziamenti avevano vorticato in azienda. Mercoledì, i dipendenti hanno preso atto di un messaggio di Slack che suggeriva che 3.738 persone potrebbero essere licenziate. Il messaggio rilevava che potevano ancora essere apportate modifiche all’elenco, secondo una copia vista dal Times.

Mercoledì sera, alcuni dipendenti hanno diffuso una “Guida al licenziamento” con suggerimenti sulla sorveglianza aziendale e sui diritti del lavoro. Un lavoratore ha creato un software per aiutare i colleghi a scaricare e-mail e documenti importanti. Successivamente è stato licenziato, ha detto.

Giovedì, i lavoratori hanno ricevuto altri segnali che il loro posto di lavoro stava cambiando. I “Days of Rest” di Twitter, che sono giorni liberi mensili in modo che i dipendenti possano riposarsi e ricaricarsi, sono stati rimossi dai loro calendari, hanno affermato due persone a conoscenza della questione. Alcuni lavoratori hanno anche notato che la directory dei dipendenti era stata messa offline, secondo le chat interne viste dal Times.

“Il matrimonio rosso è iniziato?” un dipendente ha scritto su Slack, un riferimento a una scena di massacro in “Il Trono di Spade”. Nove minuti dopo, l’azienda ha inviato l’e-mail informando i lavoratori dei licenziamenti. I dipendenti che manterranno il loro lavoro riceveranno un messaggio che lo dice sui loro account aziendali, afferma il messaggio, mentre i dipendenti che verranno licenziati verrebbero informati sui loro account personali.

Nella sede di Twitter a San Francisco alla fine di giovedì, alcuni dipendenti si sono aggirati in una delle lobby degli edifici, indossando ancora i badge aziendali che garantiscono loro l’accesso ai locali. Alcuni avevano un drink in mano da un bar annesso all’ufficio di Twitter e hanno aggiornato i loro telefoni per notizie sui tagli.

Parker Lyons, un dipendente di Twitter, ha twittato la foto di una donna in posizione fetale dopo l’e-mail. “Notifica delle 8:59”, ha twittato, riferendosi all’ultima volta in cui le notifiche di licenziamento sarebbero arrivate venerdì.

Tenendo i lavoratori fuori dagli uffici di Twitter venerdì, a coloro che sono licenziati verrà impedito di prendere qualsiasi oggetto dall’azienda. “Per contribuire a garantire la sicurezza di ogni dipendente, nonché i sistemi Twitter e i dati dei clienti, i nostri uffici saranno temporaneamente chiusi e tutti gli accessi ai badge saranno sospesi”, si legge nell’e-mail.

Ciò significa anche che è probabile che molti dipendenti di Twitter scoprano il proprio stato di lavoro dalle loro case.

“Riconosciamo che questa è un’esperienza incredibilmente impegnativa da affrontare, indipendentemente dal fatto che tu sia colpito o meno”, continuava l’e-mail. “Siamo grati per i tuoi contributi a Twitter e per la tua pazienza mentre procediamo attraverso questo processo”.

Alcuni altri dipendenti di Twitter hanno appreso via e-mail che non erano stati licenziati. Quell’e-mail diceva che gli uffici dell’azienda avrebbero riaperto lunedì e che ci sarebbero state più informazioni da condividere la prossima settimana.

Il signor Musk “non vede l’ora di comunicare presto con tutti sulla sua visione per l’azienda”, si legge.